Loading...

venerdì 22 gennaio 2016

L'ultima vittima della Xylella: il corpo Forestale Italiano.


Ieri hanno sciolto il corpo Forestale dello stato dopo 190 anni di onorato servizio. Ma a pensarci bene hanno fatto anche di peggio. Lo hanno fatto finire nell'infamia.
Ne hanno distrutto l'immagine, delegittimandolo completamente, come i peggiori mafiosi che costringono le loro vittime e i loro accusatori a macchiarsi dei loro stessi delitti infami. La Trimurti della Xylella (Vendola, Martina, Silletti) ha costretto la Forestale a diventare il braccio armato dell'infame piano di distruzione degli ulivi. 
Il capo della Forestale pugliese, Silletti ha accettato supinamente di legare il proprio destino e perfino il proprio nome alla infamia di sradicamenti illegittimi (per fortuna bloccati dalla magistratura), e si è dovuto dimettere per la vergogna. 
190 anni di storia e di battaglie coraggiose contro i crimini ambientali e la distruzione delle risorse naturali finiscono nel cesso e nell'ignominia!
Guardate queste immagini. 
Guardatele bene! 
Vedrete Guardie Forestali in uniforme verde che abbattono alberi che avrebbero dovuto difendere e picchiano attivisti con cui avrebbero dovuto solidarizzare. 

Qualcuno dirà: "stavano solo eseguendo ordini!". Vero. E' proprio qui il problema. Questo è un paese impazzito in cui incompetenti in malafede danno ordini folli e illegittimi a pusillanimi inconsapevoli e ignavi. Unica ragione di speranza. In questo paese c'è anche il "popolo degli ulivi" che si è attivato come un anticorpo innescando l'inchiesta della magistratura. 
Ma che fatica!...

https://www.facebook.com/andreas.rizzo/videos/t.1638918303/10203946817006763/?type=3&theater







Nessun commento:

Posta un commento