Loading...

sabato 25 ottobre 2014

I FOSSILI DELLA POLITICA? METTIAMOCI UNA CROCETTA SOPRA. CON UNA FIRMA!

Una serie di avverse circostanze mi impediscono di unirmi ai ragazzi in Sicilia per lo "Sfiducia Day" contro Crocetta il 26 ottobre a Palermo.
Voglio perciò portare un contributo spiegando perchè io quella mozione di sfiducia a Crocetta la firmerei volando!
Crocetta parte come un (finto)  rivoluzionario e rapidamente si rivela per quello che era. Il più grande bluff della terra dei gattopardi!

Protuberanza fossile di un partito fossile, un governo fossile e un primo ministro fissile, Crocetta si caratterizza per essere  il peggior Presidente che questa Regione abbia avuto.

Incontrai Crocetta per la prima volta tramite una comune amica a Bruxelles, pochi giorni dopo che era stato eletto Parlamentare Europeo.
L'impressione che mi fece fu devastante. Disinteressato, incompetente distratto.
Erano i giorni in cui era entrato in polemica con le autorità belghe che non volevano riconoscergli la scorta anti mafia non riconoscendolo veramente come un baluardo nella lotta alla criminalità organizzata. Mi parlò solo di quello. Quando io cercai di portare il discorso sull'energia, essendo lui stato sindaco della città martire dell'ENI, Gela, ed essendo stato io uno dei revisori del piano energetico della precedente giunta, lui cambiò discorso. Ci riprovai e alla fine mi disse che le cose che proponevo erano irrealizzabili. Peccato che non le avevo ancora proposte.

Lo rividi in occasioni formali un paio di volte finchè si candidò alla Presidenza della Regione. Mi fece contattare dalla comune amica per sapere se ero interessato a scrivere la parte energia dell suo programma.
Gli feci rispondere che disapprovavo totalmente il suo disimpegnoda Parlamentare europeo senza terminare il mandato per la legislatura a cui i Siciliani lo avevano eletto e trovavo davvero poco serio il suo saltare dal parlamento Europeo alla Regione. Per questa ragione non ero disponibile, ma che se davvero voleva abbracciare il modello
energetico distribuito, gli mettevo a disposizione dei consulenti bravissimi per delle tariffe molto convenienti. Naturalmente non seppi più niente. Un mese prima delle elezioni, insieme all'ANEST, (Associazione dei produttori di tecnologie per il solare termodinamico),  il CETRI e il FRED, (il forum Regionale per l'Energia Distribuita,
Giancarlo Cancelleri firma la Carta del Sole 
diretto dall'ottimo Alfio la Rosa della CGIL),  organizzarono a palazzo Branciforte a Palermo,  una manifestazione a cui tutti i candidati Presidenti furono invitati. In questa manifestazione presentammo la carta del Sole, un impegno a andare verso il modello energetico solare distribuito. A palazzo Branciforte Crocettasi presentò per 20 minuti e fece tutto un discorso sul fatto che bisognava invadere la Sicilia sud orientale di serre fotovoltaiche ma non disse una parola sulla Terza Rivoluzione Industriale. Su di essa invece si soffermarono a lungo i rappresentanti del M5S candidati alla Regione (ricordo Giampiero Trizzino, e Francesco Cappello) seguire tutti e due i giorni del dibattito con interesse e assiduità seduti in prima fila che prendevano appunti e annuivano.
Crocetta firmò la carta del Sole senza neanche leggerla e infatti da allora ha fatto carta straccia!
Quella fu l'occasione che mi fece incontrare Giancarlo Cancelleri, che a differenza di Crocetta prese la Carta del Sole molto seriamente e la firmò ufficialmente a Palazzo dei Normanni durante la presentazione del programma della lista a 5 Stelle di cui la Carta del Sole era parte integrante con il suo modello energetico distribuito a vantaggio di tutti i Siciliani.
Giancarlo Cancelleri con me e Alfio la Rosa
Una volta diventato Presidente, cominciò la fiera dell'ipocrisia. Crocetta cominciò con la più fossile delle politiche immaginabili, garantendo trivellazioni, esplorazioni petrolifere di ogni tipo e impunità connivente a tutti gli inquinatori dalla "sua" Gela in su, invece di portare avanti le poche cose buone lasciate in eredità dal Presidente  Lombardo. Pochissime in verità, e fra di esse la procedura in fase finale di selezione di una task force -tecnicamente UAT o Unità di Assistenza Tecnica, guidata dal professor Gianfranco Rizzo, un luminare della fisica tecnica e degli impianti energetici-, che doveva aiutare i Comuni a aderire al patto europeo dei Sindaci e  realizzare il PAES (Piano di Azione per l'Energia Sostenibile).
Crocetta ignorò tutto con la scusa che la UAT era costosa (falso! era a costo zero per la Regione) preferì affidarsi a uno pseudo esperto lombardo noto per i suoi conflitti di interessi e le sue simpatie per l'energia fossile (evidentemente fra fossili si comprendevano bene), che millantò piogge miliardarie di finanziamenti per la Sicilia se si fossero affidati alle sue cure.
Il resto è cronaca.
La Sicilia ha il più basso tasso di adesione al patto dei Sindaci d'Italia e un solo PAES approvato a Bruxelles (guarda caso curato dal Circolo Europeo per la Terza Rivoluzione Industriale).
In compenso nella Sicilia di Crocetta si sprecano gli appalti di comodo a aziende amiche, i prezzari gonfiati per far fare soldi a ESCO furbastre con impianti fotovoltaici venduti a prezzi quadrupli a quelli correnti di mercato a ignari sindaci e le autorizzazioni a grandi impianti centralizzati (assolutamente estranei al modello distribuito della Terza Rivoluzione Industriale), tipo quello da 85 MWp su serra a Gela particolarmente caro al Presidente Crocetta.
Insomma più che una Crocetta, una croce, l'ennesima per questa martoriata Regione.
Una croce e una beffa, un finto rivoluzionario piegato in due alla politica fossile e ai poteri fossili. Una croce dalla quale adesso però si può scendere.
Basta una firma!
Forza amici siciliani.
La Sicilia merita di meglio.
La Sicilia merita un governo FIVE STARS!!!

BASTA CON I FINTI RIVOLUZIONARI! DI QUALUNQUE
COLORE E COLLOCAZIONE POLITICA!

PER CHI VOLESSE APPROFONDIRE ECCO ALCUNI LINK:

Sulla conferenza del settembre 2012 a Palazzo Branciforte:
Il mio intervento: https://www.youtube.com/watch?v=bNAyo6j_fs8
L'intervento di Crocetta in cui le spara grosse sull'impianto di Gela:
https://www.youtube.com/watch?v=GMrseBkqmfY

Sul megaimpianto fotovoltaico di Gela:
http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/09/15/sicilia-luci-ed-ombre-del-maxi-impianto-fotovoltaico-di-gela-sponsorizzato-da-crocetta/244705/

Sul prezzario regionale gonfiato:
http://livesicilia.it/2014/06/04/il-m5s-si-sospenda-il-prezzario-regionale-per-il-settore-fotovoltaico_498816/

Sul super consulente per l'energia in conflitto d'interessi:
http://cinisi.virgilio.it/notizielocali/torna_il_superconsulente_pezzini_crocetta_lo_richiama_per_scongiurare_il_flop_patto_dei_sindaci-43676376.html

Sulla mancata costituzione dell'Unità di Assistenza Tecnica per il patto dei Sindaci
http://www.tele8tv.com/news/9420/flop-patto-dei-sindaci-in-sicilia

Nessun commento:

Posta un commento